Festival di Venezia: Ludivine Sagnier entra nella giuria di Cate Blanchett

Festival di Venezia: Ludivine Sagnier entra nella giuria di Cate Blanchett

Sarà una grande formazione. L’attrice francese Ludivine Sagnier, i registi tedeschi e rumeni Christian Petzold e Cristi Puiu, lo scrittore italiano Nicola Lagioia, le registe britanniche e austriache Joanna Hogg e Veronika Franz compongono il 77a Mostra del Cinema di Venezia presieduto dalla star Cate Blanchett.

L’unica donna francese

Gli organizzatori del festival che si terrà dal 2 al 12 settembre L’attrice australiana aveva già annunciato a gennaio che avrebbe guidato la giuria della 77esima edizione. Domenica, sei nuovi membri sono stati aggiunti alla giuria – tre donne e tre uomini – compresa la francese Ludivine Sagnier (41) rivelato da François Ozonche l’ha diretta in Gouttes d’eau sur pierres brûlantes, Huit femmes e il thriller Swimming Pool. L’attrice è stata vista recentemente nelle serie internazionali The Young Pope e The New Pope, del regista italiano Paolo Sorrentino, così come in The Truth di Hirokazu Kore-eda, che ha aperto la Mostra lo scorso anno.

Accanto a lei ci sarà la regista austriaca Veronika Franz (55), salita alla ribalta con il crudele Goodnight Mommy (2014), co-diretto con Severin Fiala, lungometraggio pluripremiato che ha rappresentato l’Austria agli Oscar. La sua collega britannica Joanna Hogg (60) ha al suo attivo quattro film, l’ultimo dei quali, The Souvenir, è stato presentato al festival americano Sundance lo scorso anno.

Un programma ridotto

Un rappresentante della “New Wave” del cinema rumeno, Cristi Puiu (53), ha debuttato dietro la macchina da presa nel 2001 con il road movie a basso costo Marfa si banii (The Commodity and the Money). Nel 2005, il suo secondo film, la commedia nera The Death of Dante Lazarescu, ha ottenuto il plauso della critica e il premio Un Certain Regard a Cannes. Nel 2020, con Malmkrog, ha vinto il premio per la migliore regia nella sezione Encounters della Berlinale.

Il collega tedesco Christian Petzold (59) è stato premiato tre volte dalla critica tedesca per Identity Control (2000), presentato a Venezia, Ghosts (2005) e Yella (2007), entrambi presentati a Berlino. In concorso a Venezia nel 2008 con Jerichow, ha vinto l’Orso d’argento a Berlino nel 2012 con Barbara nel 2012.

Nato nel 1973 a Bari (Italia meridionale) Nicola Lagioia è autore di una dozzina di romanzi, saggi e racconti. Nel 2015 ha vinto il Premio Strega (equivalente italiano del Goncourt) per La Ferocia.

La 77ª Mostra si terrà con un programma ridotto rispetto agli anni precedenti e con un protocollo sanitario rigorosoL’evento è visto come una grande minaccia per la salute della popolazione. L’evento è visto come una speranza per il mondo del cinemaIn un anno segnato da chiusure di cinema, sospensioni di riprese e cancellazioni di festival.