Venezia: gondoliere sospeso e privato del titolo per doping

Venezia: gondoliere sospeso e privato del titolo per doping

Il comune di Venezia ha sospeso il gondoliere Renato Busetto per 13 mesi e cancellato il suo secondo posto nella storica Regata della Città dei Dogi dopo che è risultato positivo alla cannabis, riferiscono i giornali locali. Questa è la prima volta nella storia della famosa regata che un partecipante è risultato positivo alla droga. La competizione si svolge ogni settembre sul Canal Grande a Venezia, dove gareggiano diversi tipi di barche, tra cui i “gondolini” a due remi – barche più leggere e veloci delle tradizionali “gondole” – su cui gareggiavano i fratelli Busetto.

Renato e Roberto Busetto, hanno vinto il secondo posto in questo evento sportivo il 5 settembre. Durante i consueti test antidoping alla fine della competizione, che vengono effettuati solo sulle squadre del primo e del secondo posto, un campione è stato trovato positivo. Dopo un ulteriore esame dei campioni di sangue e di urina prelevati il 5 settembre, la commissione comunale incaricata di decidere in tali situazioni ha ordinato la sospensione di Renato Busetto per 13 mesi.

Secondo Venezia Today, un giornale locale, il secondo posto non sarà riassegnato ma rimarrà vacante. Per l’avvocato di Busetto, questa è stata una decisione “ingiusta” nei confronti dei fratelli, che saranno esclusi dalla prossima regata storica. La regata moderna è nata nel 1841 quando il comune di Venezia chiese alle autorità austriache di permettere una gara annuale di barche lungo il Canal Grande per incoraggiare i gondolieri ad allenarsi.