Venezia: la Biennale della Danza fa un passo avanti

Venezia: la Biennale della Danza fa un passo avanti

REPORT – Per la sua prima edizione come direttore, il britannico Wayne McGregor sta mantenendo le sue promesse di aprirsi ad altre discipline mostrate nella Città dei Dogi.

Inviato speciale a Venezia

Un giro d’ala alla Biennale Danza di Venezia. Dopo la canadese Marie Chouinard, esperta nell’arte di sondare il mistero degli esseri, il britannico Wayne McGregor ha assunto la direzione. Il coreografo inglese è uno dei protagonisti della competizione per i maggiori teatri d’opera. Ha creato diverse opere, Genus, Anatomy of Sensation (per Francis Bacon) e Tree of Codes, per il Balletto dell’Opera di Parigi e ne sta preparando una nuova. Fa anche le coreografie per il Royal Ballet di Londra. Il suo movimento è deliberatamente virtuoso. Con il suo fisico da liana, capace di incredibili estensioni, Marie-Agnès Gillot è stata la sua interprete più abbagliante.

Volevo qualcuno che fosse curioso e che potesse lavorare sulle diverse discipline praticate qui. Ho guardato le sue creazioni, ho incontrato Wayne McGregor e mi sono convinto che era la persona giusta

Roberto Cicutto, produttore cinematografico che ha appena assunto la presidenza delle Biennali di Venezia

“Marie Chouinard aveva appena finito il suo mandato di quattro anni. Bisognava trovare un successore e non so ballare. È stata Alessandra Ferri (la ‘prima ballerina assoluta in Italia, ndr) a parlarmi di Wayne”, spiega Roberto Cicutto, un produttore cinematografico che ha appena assunto la direzione della compagnia.